Benessere organizzativo e welfare aziendale: alcune proposte ADBI

venerdì 30/03/2018

Testo pù grandeTesto più piccoloprint

Condividi su:

   
 
 
Benessere organizzativo e welfare aziendale: alcune proposte ADBI

ADBI ha promosso negli anni importanti modifiche in tema di flessibilità oraria e modalità di prestazione del lavoro e continua  a impegnarsi per il benessere organizzativo delle colleghe e dei colleghi.

Con riferimento ai servizi di maggiore interesse per le socie con figli in età scolare, abbiamo definito alcune proposte finalizzate da un lato a semplificare l’accesso ai servizi di supporto, dall’altro a rendere disponibili nuovi servizi, tenendo presente anche il contenimento dei costi.

 In questo senso vogliamo ricordare tre nostre proposte.

  1. E’ ora più facile andare al lavoro e portare i figli al nido di Via Panisperna per le colleghe in gravidanza, i genitori e gli accompagnatori accreditati. Da luglio 2016, infatti, abbiamo ottenuto  la possibilità di parcheggiare l’auto in tutte le autorimesse fuori o dentro ZTL, per tutto il periodo della gestazione, ovvero fino alla scadenza annuale del permesso ZTL. Da luglio 2017 è inoltre  possibile delegare un’altra persona (baby-sitter, nonni) al ritiro dell’autovettura avvalendosi, in tal caso, di una semplice comunicazione del nome e dei dati del documento identificativo.
  2. Il CASC ha approvato di estendere il servizio di assistenza e intrattenimento anche nei ponti scolastici e in altre eventuali interruzioni delle lezioni, già prestato dall’associazione ASD Pegaso per ragazzi durante i mesi estivi e le vacanze di Natale e Pasqua presso il Centro sportivo. Il servizio è stato utilizzato in occasione del ponte del 1° novembre scorso e delle recenti elezioni politiche. Alla luce delle precedenti esperienze maturate nei servizi offerti per periodi d’interruzione scolastica più lunghi, vi sono le premesse perché tale servizio diventi un valido supporto.
  3.  A marzo 2017 la Banca ha somministrato un questionario, largamente ispirato a quello suggerito da ADBI,  per valutare la possibilità di mettere a disposizione dei colleghi un servizio di scuolabus a pagamento e con accompagnatore da Roma Centro e CDM al Centro sportivo per i ragazzi fino a 14 anni  che frequentano i servizi ricreativi del CASC nei giorni di interruzione scolastica.

Sappiamo che ci sono ulteriori margini di ampliamento delle proposte di supporto alle socie e a tutto il personale, sia sul fronte dell’ottimizzazione dell’esistente sia su quello dell’offerta di nuovi servizi, il cui gradimento andrebbe verificato con la somministrazione di sondaggi ad hoc. In particolare:

1)  andrebbe vagliata la possibilità di approntare un’applicazione informatica su cui prenotare giornalmente il cibo non consumato a mensa a fronte di un corrispettivo economico che potrebbe essere destinato in beneficenza. Si tratterebbe di un servizio in-house che eviterebbe sprechi alimentari, faciliterebbe la quotidianità e corrisponderebbe al profilo di responsabilità sociale che tutti dobbiamo tenere in Banca;    

2) si potrebbe estendere come welfare aziendale il servizio individuato da ADBI e svolto dalla società “ Le Cicogne” o similare  che si avvale di operatori specializzati nell’assistenza all’infanzia, per trovare baby-sitter specializzate (con auto, esperte in lingue straniere, per aiuto compiti a casa, etc.) per esigenze occasionali e  dell’ultimo minuto, mediante una app che facilita l’incontro tra domanda e offerta ed i relativi adempimenti. “Le Cicogne” è stata selezionata dopo attenta valutazione, dalla quale sono emersi molti elementi positivi: dispone di una piattaforma informatica, al cui interno i genitori possono individuare le “cicogne certificate”,  a seguito di un colloquio conoscitivo effettuato dal team dell’organizzazione, sulla base di costi orari in cui sono inclusi tutti i servizi, dalla ricerca della baby-sitter alla sua regolarizzazione previdenziale alla copertura assicurativa fino a 1.000.000 di euro. Il compenso da corrispondere alla baby-sitter è addebitato direttamente sulla carta di credito o mediante RID sul conto corrente bancario. Chiaramente, solo a fronte di una massa critica significativa di interessati Le Cicogne, o altre società di questo genere, possono praticare condizioni economiche vantaggiose.  

3) Nei lavori di ristrutturazione in corso in alcuni stabili dell’area romana potrebbe trovare spazio l’allestimento di spazi modulabili da destinare all’offerta di servizi, con l’evidente vantaggio di abbattere gli oneri di spostamento. Di seguito alcune proposte di attività di largo interesse:

  • ludoteca aziendale e doposcuola di pomeriggio per i ragazzi di età da 4 a 12 anni, in linea a quanto già realizzato a pagamento dal  Ministero dell’Economia (“Mini*Midi*MEF”). ADBI ha  chiesto alla Banca di considerare la fattibilità di un servizio analogo negli stabili aziendali di Via Nazionale, Via Otricoli e CDM, attrezzandoli con offerta di servizi d’insegnamento d’inglese, musica e assistenza ai compiti, con operatori specializzati; abbiamo preparato un apposito sondaggio per verificare l’effettivo interesse di colleghe e colleghi;
  • lezioni di  lingue straniere;
  • pilates, ginnastica posturale, fisioterapia, etc.

luglio 2007-luglio 2017:
10 anni di storia della nostra associazione

Abbiamo festeggiato questo importante traguardo con due eventi: un incontro sul tema Donne e Fintech che si è tenuto il 12 dicembre a Milano e un  incontro con le associazioni sorelle che si è svolto il 15 dicembre a Roma.

Con l’occasione proponiamo per ogni anno di attività un buon motivo per iscriversi, ovvero 10 ottime ragioni per diventare socie ADBI.

Buone notizie

Una rubrica dedicata alle buone notizie e buone prassi, dedicata alle iniziative che aiutano a conciliare vita e lavoro, che combattono i comportamenti sessisti e discriminatori. Inviate anche voi notizie scrivendo a: webmaster@adbi-online.it

Valore D Pari o dispare Rete Armida