La parità di genere passa anche dalla comunicazione e dalle immagini utilizzate in ambito lavorativo

venerdì 29/04/2016

Testo pù grandeTesto più piccoloprint

Condividi su:

   
 
 

Care socie,

il Comitato Direttivo ha inviato una comunicazione relativa al manuale operativo diffuso nei giorni scorsi sulla nuova procedura per gli “incarichi extra banca” e sulle immagini utilizzate.

Di seguito riportiamo il testo della missiva:

 

Al Segretario Generale della Banca d’Italia
Al Capo del Servizio RIU
Alla Commissione paritetica per le Pari Opportunità
Alla Responsabile del Piano d’azione per la valorizzazione delle diversità

 

Nell’ambito dell’impegno dell’Associazione per contribuire a “costruire ambienti di lavoro aperti e inclusivi, che favoriscano la piena valorizzazione delle specificità individuali,” riteniamo importante valutare anche i parametri ed i riferimenti utilizzati dalla cultura aziendale, sempre più attenta alla tutela delle differenze.

Abbiamo notato, per esempio, che il manuale operativo diffuso nei giorni scorsi sulla nuova procedura per gli “incarichi extra banca” illustra con immagini di uomini e donne i diversi ruoli previsti dal processo. Proporre l’unica figura femminile nel ruolo operativo reitera un modello ove i paradigmi di leadership continuano ad essere declinati al maschile.

Auspichiamo, invece, che i documenti diffusi all’interno dell’Istituto siano coerenti, anche nel linguaggio e nelle immagini, con una comunicazione che eviti gli stereotipi e rispetti le sensibilità individuali.

Roma, 26 Aprile 2016

Cordiali saluti.

Il Consiglio Direttivo dell’Associazione Donne Banca d'Italia      
(Paola Ansuini, Annalisa Bucalossi, Sabrina Cicin, Angela Di Maria, Cristina Mastropasqua, Emanuela Nuccetelli, Isabella Stefanangeli)  

 

luglio 2007-luglio 2017:
10 anni di storia della nostra associazione

Sono in programma eventi o approfondimenti per festeggiare questo importante traguardo, alcuni riservati alle socie ed altri che avremo il piacere di condividere con tutte.

Per novembre segnaliamo l’incontro con magistrate e avvocate sulla violenza di genere previsto il 24.

Con l’occasione proponiamo per ogni anno di attività un buon motivo per iscriversi, ovvero 10 ottime ragioni per diventare socie ADBI.

Buone notizie

Una rubrica dedicata alle buone notizie e buone prassi, dedicata alle iniziative che aiutano a conciliare vita e lavoro, che combattono i comportamenti sessisti e discriminatori. Inviate anche voi notizie scrivendo a: webmaster@adbi-online.it

Valore D Pari o dispare Rete Armida